GP of TRENTINO 2019 – NEWS HIGHLIGHTS

Scritto domenica 7 Aprile 2019 alle 20:59.

GP of Trentino 2019 – NEWS HIGHLIGHTS

.

GP of TRENTINO 2019 – PIETRAMURATA – Results and points!

 
Pietramurata (TN), 7 aprile 2019 – Sono ancora le più grandi emozioni quelle regalate dal MXGP del Trentino. Anche in questa settima edizione non è mancato un ricco ventaglio di sensazioni, con incanti e qualche delusione, ma a prevalere è stato lo spettacolo e l’inno tricolore che ha suonato forte in tre classi grazie a questi atleti straordinari che l’Italia vanta.
Con una cornice di pubblico importante stimata in 29.000 spettatori nel weekend sul circuito Ciclamino del Moto Club Arco, lo sloveno Tim Gajser ha realizzato a Pietramurata una strepitosa doppietta che lo ha visto precedere in entrambe le manche il campione italiano Toni Cairoli che nella seconda, senza una compromettente scivolata, avrebbe mantenuto il comando della corsa e vinto la frazione e il GP. Nonostante questo Cairoli finisce secondo di giornata e mantiene il vantaggio in graduatoria con 20 punti su Gajser.
Nel mondiale MX2 lo spagnolo Jorge Prado si aggiudica le due manche e il GP trentino ma la tabella rossa di lkeader rimane ancora in mano al danese Olsen, finito quinto di giornata.
Adesso il mondiale si ferma per qualche settimana per fare tappa a Mantova il prossimo 11 e 12 maggio per il Monster Energy MXGP of Lombardia.La cronaca delle gare
MXGP Gara-1: Lo scatto migliore al via della manche inaugurale della classe Regina è ad opera dell’italiano tabella rossa Toni Cairoli (Red Bull Ktm Factory Racing), subito seguito dal viterbese Alessandro Lupino (Gebben Van Venrooy Kawasaki), quindi Gautier Paulin (Monster Energy Wilvo Yamaha), dal marchigiano Ivo Monticelli (Standing Construct Ktm), Tim Gajser (Team HRC Honda), Arnaud Tonus (Monster Energy Wilvo Yamaha).
La splendida galoppata di Cairoli davanti a tutti è durata sino al quindicesimo giro quando l’attacco dello sloveno si è rivelato decisivo e Cairoli è passato al ruolo di inseguitore, accompagnato dal grande boato di disappunto del pubblico. Nonostante la grande tenacia del siciliano, la gara si è conclusa in questo ordine quattro giri più tardi. Terzo posto per Gautier Paulin (FRA, Yamaha) davanti ad Arnaud Tonus (SUI, Yamaha), Ivo Monticelli (ITA, KTM), Alessandro Lupino (ITA, Kawasaki).MXGP Gara-2: E’ Gajser (Team HRC Honda) a passare per primo al primo giro della frazione conclusiva MXGP e incollato lo segue Cairoli (Red Bull Ktm Factory Racing), seguito a sua volta da Paulin (Monster Energy Wilvo Yamaha), Tonus (Monster Energy Wilvo Yamaha), Tommy Searle (Bos Factory Kawasaki). Poco più dietro passa Ivo Monticelli (Standing Construct Ktm), Bernardini (Ghidinelli Racing Team – Yamaha). 
La corsa si faceva interessante grazie anche all’insistenza dell’ufficiale Ktm che provava ogni possibile variabile per superare lo sloveno e l’occasione si è presentata al nono giro quando è riuscito a superare il battistrada e portarsi in testa. Inizialmente sembravano assestati i ruoli ma poche tornate più tardi Gajser è andato all’attacco superando il siciliano, che poi è tornato ancora in testa tre giri più tardi fino a scivolare e compromettere la vittoria della gara e del GP. Gajser ha tagliato così per primo il traguardo precedendo il rassegnato Cairoli che comunque rimane tabella rossa con 20 punti di vantaggio sul pilota Honda.
Terzo gradino del podio della manche e di giornata nonché in graduatoria per Paulin. Quarto posto per Tonus davanti a Monticelli, quinto assoluto. Tra gli italiani Lupino termina decimo, Bernardini 18°, De Bortoli 21° a due lunghezze da Bonini.  MX2 Gara-1:  Lo spagnolo Jorge Prado (Red Bull Ktm Factory Racing Team) ha lo spunto migliore e prende subito il comando della corsa davanti a Tom Vialle (FRA – Red Bull Ktm Factory Racing Team), quindi Iker Larranaga Olano (ESP – Marchetti Racing Team Ktm), Jago Geerts (BEL – Monster Energy Kemea Yamaha).
Decisissimo Prado non ha concesso spazi agli avversari e per 19 giri ha condotto la gara fino al traguardo che ha tagliato davanti a Geerts che proprio all’ultimo giro conquista la piazza d’onore, precedendo così Vialle, Jacobi, Olsen, Evans, Watson, Sterry e il positivo Cervellin che rimonta buone posizioni. Decima piazza per l’olandese Bas Vaessen (Hitachi Ktm quelle by Millwaukee). Sedicesimo posto per Filippo Zonta.

MX2 Gara-2: E’ ancora Jorge Prado (Red Bull Ktm Factory Racing Team) a conquistare la migliore posizione al via della seconda e conclusiva manche mondiale MX2 del GP del Trentino 2019. Lo seguono il transalpino Tom Vialle (Red Bull Ktm Factory Racing Team), il tedesco Henry Jacobi (F&H Racing Team – Kawasaki), il danese Thomas Kjer Olsen (RockstarEnergy Husqvarna), il belga Jago Geerts (Monster Energy Kemea Yamaha). Gli italiani non scattano nel gruppetto dei primi.
Resiste senza difficoltà l’ispanico Prado portando la sua Ktm dritta verso il secondo traguardo vittorioso di giornata, anticipando sotto la bandiera a scacchi Geerts, Watson, Olsen, Jacobi, Vialle, Evans e tutti gli altri. Il migliore degli azzurri è Michele Cervellin (Yamaha SM Action – MC Migliori) che chiude al decimo posto dopo aver rimontato dal quindicesimo del primo giro. Filippo Zonta (Honda) finisce la corsa al 18° posto. 
La classifica di campionato vede ancora in testa il danese Olsen, quinto a Pietramurata, davanti al vincitore di giornata Jorge Prado che continua a risalire la classifica recuperando lo svantaggio dell’assenza britannica. 
 

TONY CAIROLI VS TIM GAJSER – Battle and Crash

________________________________________________________________________________________________________________________

 

 

 
________________________________________________________________________________________________________________________