JEFFREY HERLINGS – Five minuts with “The Bullet”

Scritto mercoledì 3 ottobre 2018 alle 17:40.

JEFFREY HERLINGS – Five minuts with “The Bullet”

Prima del GP d’Italia ad Imola, il venerdì sera, siamo riusciti a fare un intervista a…..no scusate, mentre eravamo nell’ospitality della RedBull c’è venuta l’idea di metter giù qualche domanda e fargliele fare alla splendida e fantastica Valentina Ragni, alias la “mamma” di The Bullet, ovviamente non è la mamma, ma per Valentina, Jeffrey è il suo pupillo e vive a stretto contatto con lui, possiamo dire che una parte dei suoi successi sono dovuti anche a lei, lei che riesce a calmarlo e, non ci crederete, ma noi lo abbiamo trovato cambiato, sia sotto l’aspetto fisico che mentale e speriamo che ci faccia divertire al Nazioni!
Un ringraziamento a Jeffrey per averci concesso l’intervista e uno speciale grazie a Valentina per averci fatto da intervistatrice!
PS: La prossima intervista sarà proprio a Valentina…..quindi Vale aspettaci che arriviamo! 😀
PS2: Sotto trovate la traduzione in italiano! 

.

Traduzione by Alberto Herholdt

Qual’e’ il tuo obbiettivo nel campionato del mondo?

Il mio obbiettivo l’ho raggiunto perché era quello di vincere il titolo. Questo era il nostro sogno, non solo il mio ma quello di tutto il team.

Cosa ne pensi di vincere i dieci titoli o magari anche di più?

Quello sarebbe più di un sogno. Per ora sono a quota 4 e ne ho persi già due per colpa degli infortuni nel 2014 e 2015 dove eravamo in testa con più di 100 punti di vantaggio. Anche l’anno scorso c’era il potenziale ma c’e’ stato un’altro infortunio… vediamo quanto lontano riusciamo ad andare!

Hai un obbiettivo che nessuno prima d’ora ha raggiunto?

Mi piacerebbe essere il pilota con più vittorie di GP ed attualmente il titolo e di Stefan Everts con 101 vittorie. Attualmente sono ad 83 vittorie (84 con il GP d’Italia n.d.r.) quindi questo per ora e’ il mio obbiettivo più realistico da raggiungere. 

Da ragazzino in molti video o interviste dicevi che ti sarebbe piaciuto andare in America a correre ma ultimamente non sembra che hai più tutta questa voglia….?

Mi sento bene qui, ho una bella casa in Olanda, tutta la mia famiglia e’ lì, ho un ottimo team e ottime persone come te (Valentina Ragni) con le quali lavorare. Sono molto felice qui correndo i MXGP.

Attualmente il campionato e’ composto da 20 gare. Pensi che siano troppe?

E’ stato un anno molto lungo. Molte volte ho pensato che fossi arrivato al limite e di avere bisogno di più tempo per riposare e ricaricare le pile. Si in effetti 20 gare sono tante ma è per tutti così. Penso che questo sia il limite massimo.

Assen e Imola sono due nuove formule e stili di piste da motocross. Ti piacciono o preferisci le piste tradizionali?

Dipende. A me piacciono molto le piste aperte e larghe. Penso che Assen sia abbastanza stretta e piccola. Ad Imola non ho ancora corso quindi e’ difficile esprimere dei giudizi prima di provarla. Assen alla fine e’ bella e magari questa sarà lo stesso ma tutto varia da pista a pista. Nel campionato del mondo hai molte piste diverse con diversi tipi di terreno, dalla sabbia a fondi duri e piste vecchia scuola. Credo che il calendario sia bello perché corriamo su un po tutti i tipi di piste.

Cosa ne pensi di Namur? Ti piacerebbe averla nel calendario?

Credo che per le moto di oggi, la pista abbia più uno stile endurisctico. Lo scenario e’ bello e c’è della storia dietro ma penso che correre lì con le moto attuali e velocità che abbiamo, sia pericoloso. Penso che attualmente Lommel sia una una pista migliore e più adatta di Namur.    

A proposito del MXoN, preferiresti vincere su tutti o che vincesse il team Olanda?

Quando cerco di dare del mio meglio e’ anche molto importante per il team quindi se corro bene, automaticamente il team farà un miglior risultato. Ovviamente dipende tutto da molti fattori come la decisione del cancelleto di partenza perché se mi daranno una posizione non ottimale, sarà più un risultato per il team. contrariamente se avrò una posizione del cancelleto più ottimale, sarà una gara più individuale. Vedremo come andrà. 

Ciao MxBars!

________________________________________________________________________________________________________________________

 

 

 
________________________________________________________________________________________________________________________