Alex Salvini annuncia il suo ritiro dalle competizioni

Scritto giovedì 8 Settembre 2022 alle 14:30.

Ciao a tutti,
è arrivato il momento per me di fare una scelta e questa scelta la volevo condividere con voi. È da qualche anno che ho iniziato a valutare questa cosa, ma nel profondo, non l’avevo mai realmente considerata, invece ora credo sia il momento giusto!

Questa, sarà la mia ultima stagione di Mondiale ed al termine di questa stagione mi ritirerò dalla veste di pilota professionista!

Dopo più di 20 anni di gare a livello internazionale, più di metà della mia vita dedicata a questo sport, è davvero strano ed emozionante fermarsi per scrivere questa lettera.

Se ripenso da dove è iniziato tutto, a come è proseguito arrivando fino ad ora, mi sembra che il tempo sia volato. È stato un percorso incredibile, fatto di alti e bassi, di gioie e dolori, di vittorie e di sconfitte. È stata una scuola di vita incredibile, che mi ha fatto crescere come atleta ma soprattutto come persona.

Mi sono svegliato ogni mattina con la motivazione e la consapevolezza che quello che stavo facendo era quello che desideravo fare, ma soprattutto che il mio lavoro era il sogno che avevo da bambino e questo è un privilegio che poche persone penso possano avere.

Questo privilegio mi è stato donato in primis dalla mia famiglia che ha fatto sacrifici enormi per farmi realizzare questo mio desiderio. Dai miei genitori e specialmente mia mamma che ha accettato che io andassi via di casa a 15 anni per inseguire la mia strada, da mio Zio Luca che ha investito tempo e denaro, ma soprattutto ha creduto in me forse anche più di me stesso, dai miei cugini, zii, amici che mi hanno sempre sostenuto venendo alle gare e facendomi sentire il loro supporto ed alle compagne che ho avuto al mio fianco!

Durante la mia carriera ho vinto gare, titoli e ho avuto l’onore di indossare la Maglia Azzurra per rappresentare la mia Nazione per ben 15 volte tra Motocross e Enduro. Tutte queste esperienze mi hanno fatto provare emozioni e gioie indescrivibili, sensazioni che valgono molto più di qualsiasi trofeo o medaglia e che rimarranno impresse per sempre dentro di me.

Ho avuto la fortuna di girare il mondo, scoprire culture, tradizioni e questo mi ha fatto stringere anche legami importanti con tante persone!
In questo lungo viaggio, ho incontrato persone fondamentali che mi hanno aiutato ad emergere come atleta, ma anche come uomo. Persone che sono state al mio fianco per molto tempo, persone come Davide Perni, Andrea Bartolini, Tullio Pellegrinelli, meccanici come Antonio Specia e Luca Castellana, compagni di squadra ed avversari con i quali ho stretto amicizia come Angelo Pellegrini, Massimo Bianconcini, Matti Seistola, Alessandro Battig, Simone Albergoni o il mio fratellino acquisito Bruno Crivilin. Team Manager come Franco Mayr e Fabrizio Azzalin o al mio socio in S2 Motorsport Marco Valentini.

Volevo ringraziare tutte le persone con le quali ho lavorato, mi piacerebbe fare i nomi ma sarebbero davvero un’infinità e spero di non fare un torto a nessuno se non citate, gli sponsors che mi hanno supportato durante tutti questi anni e a tutti i tifosi che mi hanno sostenuto a bordo pista prima e a bordo fettuccia poi!

Ho scelto questa giornata per rendere pubblica questa mia decisione, perché precisamente in questo giorno, 9 anni fa (9 il mio numero di sempre) ho coronato il mio sogno di diventare Campione del Mondo.
Questo non è un addio alle gare, sono troppo innamorato della moto per smettere, è un addio alla mia carriera di professionista. Quello che farò dal prossimo anno, sarà solo per il puro piacere di andare in moto!
Un pensiero va a Giò, carissimo amico e sostenitore che è venuto a mancare qualche anno fa.

GRAZIE DI CUORE A TUTTI
Alex Salvini 9

________________________________________________________________________________________________________________________

 

 

 
________________________________________________________________________________________________________________________

Hello everyone,

The time to make a choice has come and I wanted to share it with you. I’ve been thinking about for a few years, but deep down I’ve never really considered it. I think now the time is right!

This will be my last season racing in the World Championship and at the end I will retire as a professional rider!

It’s really strange and exciting to stop and write this letter after more than 20 years of racing at international level, as I dedicated more than half of my life to this sport.

When I think back to where it all started, how it has continued until now, it feels like time has flown by. It has been an incredible journey, made up of ups and downs, joys and sorrows, victories and defeats. It has been an incredible school of life, which has made me grow as an athlete, but above all as a man.

I woke up every morning with the motivation and the knowledge that I was doing what I wanted, but above all that my job was the dream I had as a child. And this is a privilege that just a few people have.

My family made huge sacrifices to make me realise this dream. All my parents, especially my mother, accepted that I left home at 15 years old to pursue my own path. My uncle Luca invested time and money, but above all believed in me perhaps even more than myself. My cousins, uncles, friends and girlfriends have always supported me by coming to the races and making me feel their support.

During my career I have won races and titles, having the honour to be part of the Italian team at the ISDE and Motocross of Nations for 15 times. All these experiences have given me incredible emotions, that are worth much more than any trophy or medal and that will remain with me forever. I have been lucky enough to travel the world, discover cultures, traditions, meeting people and forge important relationships. On this long journey I have met some people who have been by my side for a long time and have helped me to emerge as an athlete and as a man too. Davide Perni, Andrea Bartolini, Tullio Pellegrinelli, mechanics like Antonio Specia and Luca Castellana, teammates and adversaries with whom I have made friends like Angelo Pellegrini, Massimo Bianconcini, Matti Seistola, Alessandro Battig, Simone Albergoni or my little brother-inlaw Bruno Crivilin. Team Managers like Franco Mayr and Fabrizio Azzalin, or my partner in S2 Motorsport Marco Valentini. I wanted to thank all the people I’ve worked with. I’d love to name everybody but the list would be endless. Thank you to the sponsors and the fans who have supported me over all these years, both at the track and away!

I have chosen this day to make my decision public as on this day, 9 years ago (9 is my all-time number), I crowned my dream of becoming World Champion.
This is not a farewell to racing, I’m too in love with bikes to stop. It’s a goodbye to my career as a professional. What I will do from next year will be just for the sheer pleasure of riding!
My thoughts go to Giò, a dear friend and supporter who passed away a few years ago.

THANK YOU ALL
Alex Salvini 9

________________________________________________________________________________________________________________________

 

 

 
________________________________________________________________________________________________________________________