GP ITALY 2020 – RIDERS COMMENT!

Scritto martedì 15 Settembre 2020 alle 19:57.

ITALY – Rider Comments

GP of EMILIA ROMAGNA nel tracciato di Faenza, un incredibile weekend di gare mozzafiato, nella MX2 un vincitore con un altro successo stagionale per Tom Vialle che anche se non aumenta il vantaggio fa gli stessi punti del rivale in campionato di Jago Geerts. Nella MXGP prende la tabella rossa del campionato con una vittoria il nostro Tony Cairoli e secondo Gajser che rimedia dopo gara 1 e nella seconda manche vince rimanendo anche secondo in campionato a soli 8 punti dal leader, terzo un sensazionale Jorge Prado che vince gara 1 e indietreggia in gara 2.
Di seguito i link per risultati GP, Highlights e commenti piloti, CLICCATE e scoprite!

Buona lettura!

GP of EMILIA ROMAGNA 2020 – FAENZA – Results and points!

RIDERS PODIO MXGP

Tony Cairoli: “Sono davvero felice di essere tornato a vincere, soprattutto perché stavo soffrendo un po’ con il ginocchio su questo terreno Il diciottesimo tempo nelle qualifiche non mi dava fiducia, ma sapevo di potermi difendere in gara, avere un buon passo e la tenuta fisica per l’intera manche. Ed avere la tabella rossa è fantastico. Mi dispiace per l’infortunio di Jeffrey, per ora cerchiamo di tenere la tabella in KTM. Non mi nascondo e devo pensare al campionato. Ovviamente oggi sono davvero felice. Ad ogni gara mi sento un po ‘meglio con le condizioni. Questa mattina nella pratica del tempo ho faticato molto; Ero a tre secondi e mezzo dal ritmo quindi di sicuro non è stata una buona spinta alla motivazione per la gara. Ma ancora all’inizio della gara ho commesso qualche errore, continuo a torcere il ginocchio, è stato difficile ma con l’esperienza che ho so come gestire queste situazioni. Auguro a Jeffrey una pronta guarigione, è un peccato che non sia lì. Non sono partito così bene ma ora voglio andare per il campionato e questo è il mio obiettivo. Sono davvero contento del campionato, 8 anni sono tanti ma di sicuro sono super contento di essere ancora lì a lottare con quei ragazzi per il titolo. Adesso ho 35 anni e questa è una cosa che non mi sarei mai aspettato di essere lì a questa età, comunque ogni volta che guido mi diverto molto a guidare in pista. Sicuramente mi diverto a guidare con ragazzi giovani, ogni volta che cerco di migliorare, è sempre più difficile ogni volta ma alla fine sono davvero molto contento e soddisfatto ”.

Tim Gajser: non ho avuto una buona partenza in nessuna delle due manche, erano solidi e ho provato a fare sorpassi veloci all’inizio ma mi sarebbe piaciuto essere più vicino ai primi. Al primo giro della prima manche sono arrivato insieme a Toni e sono caduto così sono tornato nel gruppo, tornando infine al quinto posto. Ero un po ‘deluso, ma questo è stato il risultato, quindi ho dovuto rimettere a fuoco per gara due. Ho fatto una partenza migliore in questa gara e ho fatto un paio di buoni sorpassi iniziali per entrare in testa. Ho recuperato un divario di pochi secondi e da lì ho controllato la gara per ottenere un’altra vittoria. È stata una settimana di gare difficile e non tutto è andato a modo mio, ma il campionato è davvero vicino e stiamo tutti lavorando duro nel Team HRC per ottenere i migliori risultati possibili. Ora c’è un fine settimana libero, quindi tornerò a casa e mi preparerò per la prossima gara a Mantova.

Jorge Prado: “Mi trovo abbastanza bene con la moto in questo momento e per quanto riguarda la velocità è positivo. Sono felice di aver vinto la mia prima manche oggi. Ho usato molta energia e ho dato il massimo per ottenere quella vittoria e avevo il serbatoio vuoto per la seconda manche perché ieri a letto stavo male. Sono felice di poter essere qui sul podio. Penso di aver fatto un ottimo risultato date le circostanze. ”

GP of EMILIA ROMAGNA 2020 – NEWS HIGHLIGHTS

RIDERS PODIO MX2

Tom Vialle: ““ Dopo aver trovato un po ‘difficile la prima manche mi sentivo davvero bene nella seconda manche. Le mie battute stavano arrivando facilmente, quindi stavo spingendo e tutto scorreva. Sono davvero felice di vincere ancora: due volte di fila è fantastico. È stato davvero un buon fine settimana. ”

Jago Geerts: “Ho fatto una buona partenza nella prima manche, ho ottenuto l’holeshot. Vialle mi ha superato dopo un paio di curve ma sono riuscito a riprenderlo dopo cinque o sei giri. Mi sentivo davvero bene in pista e ho vinto la prima gara. Sono stato davvero contento di questo. Ho fatto un’altra buona partenza in Gara 2 ma ero quarto dopo il primo giro perché hanno irrigato molto la pista, quindi era davvero imprecisa. All’inizio è stato difficile ma sono riuscito a trovare il mio ritmo e sono tornato in seconda posizione ma ormai Vialle era già troppo avanti. Mi sentivo bene sulla moto e sono di nuovo sul podio, quindi sono contento di questo “.

Jed Beaton: “È fantastico. È passato molto tempo ed è fantastico togliermi finalmente la scimmia dalle spalle e fare una grande prima manche. Le mie partenze oggi non sono state delle migliori ma ho fatto funzionare tutto, soprattutto nella seconda manche. Sono davvero felice di salire finalmente sul podio in questa stagione per me e per la squadra. È davvero speciale perché è il mio primo podio per Husqvarna. Ho ottenuto qualche secondo posto, ma la prima manche mi ha deluso, quindi è fantastico voltare pagina e salire sul podio con due buoni risultati. La mia guida è andata bene oggi. La mia moto è stata fantastica, quindi grazie al team e su questo costruiremo prima di Mantova “.

ALTRI COMMENTI PILOTI

Jeremy Seewer: “Nella prima manche ho avuto una buona partenza. Ho avuto un po ‘di bar-bang con Tony [Cairoli], ma fortunatamente non siamo caduti. Ho seguito [Jorge] Prado per tutta la manche e ho faticato a passare. Lui ha reso tutto molto difficile e non potevo fare un passaggio. Ho spinto, ma ho perso tutta la mia energia nel farlo e poi sono caduto perché ho raggiunto il limite. Non ho commesso un errore davvero grosso, era solo qualcosa che può succedere nelle corse. Sono comunque riuscito a finire terzo. Nella seconda gara sono rimasto di nuovo bloccato dietro Prado. Questa volta ho potuto fare un sorpasso, ma ho già perso un po ‘di terreno. Sinceramente mi sentivo un po’ vuoto. Ho usato molte energie nella prima gara in lotta per la vittoria. È un peccato perdere il podio, ma ho preso buoni punti per il campionato. Non ho infortuni e cose del genere, quindi è positivo. Ora è il momento di riprenditi e continua a spingere.

Romain Febvre: “Sarebbe potuto essere un ottimo GP ma al secondo giro della prima gara sono rimasto sorpreso di vedere un grosso buco in un solco; Ho cercato di evitarlo ma sono uscito dalla pista e sono caduto. Ero quasi ultimo quando sono tornato in pista; Sono tornato decimo ma sono caduto in una curva perché stavo ancora spingendo per recuperare posizioni. Sono ripartito tredicesimo per tornare di nuovo a finire decimo nonostante due cadute. Era troppo per mantenere la speranza di un podio, ma nonostante ciò ho dato tutto per tornare dopo una partenza a metà gruppo nella seconda manche; Sono arrivato terzo, vicino a Cairoli. La mia velocità è stata di nuovo buona in entrambe le gare, ma faticiamo un po ‘con le partenze perché la corsa alla prima curva è in salita con un grip diverso tra il cancello e la prima curva! Abbiamo in programma alcuni test nel nostro programma la prossima settimana per prepararci per Mantova “.

Clément Desalle: “È stato molto meglio dei turni precedenti; Ho avuto meno dolore alla schiena, anche se è difficile negli ultimi dieci minuti perché il dolore ritorna. Sono abbastanza contento della giornata a parte le partenze. Avevo un feeling migliore rispetto alle gare precedenti, e nella seconda manche oggi sono riuscito a fare sorpassi e guadagnare due posizioni nella seconda metà di gara. Non è stata una settimana facile a Faenza, ma sono abbastanza soddisfatto e ora abbiamo due settimane per preparare i prossimi turni “.

Gautier Paulin: “Nella prima manche sono andato a sorpassare un pilota doppiato e ho preso una traiettoria diversa, che era come il cemento. Era così dura, quindi ho perso l’anteriore e sono caduto a terra. Ho perso molto tempo. Ero Davvero deluso. Domenica scorsa ho avuto quel grosso incidente e ho perso molte energie, quindi l’ho sentito davvero nella seconda manche. Stavo davvero spingendo ma mi mancava un po ‘di energia. Ora il mio obiettivo principale sarà quello di recuperare e controllare che la mia salute sia in ordine, e riprendermi completamente ed essere in forma per Mantova. Nel complesso, sono abbastanza deluso da questi tre round a Faenza. Il primo è andato bene, si poteva davvero vedere il vero Gautier guidare, ma Ho avuto quella grande caduta e non mi sono ripreso davvero. Sono pronto a recuperare, sono pronto per tornare al lavoro, per continuare ad allenarmi e per essere al 100% quando sarò dietro il cancello di Mantova “.

Arminas Jasikonis: “Oggi è iniziato alla grande con la mia terza pole position e poi sesto nella prima gara. Mi sentivo benissimo con la mia moto e sono riuscito a fare il miglior tempo in qualifica, quindi la mia velocità era lì. Gara due stava andando bene finché non sono caduto. Era solo una piccola caduta ma la mia moto era in cima ad una sponda quindi ci è voluto un po ‘più di quanto avrei voluto per ripartire. Ho caricato di nuovo e ho trovato alcuni piloti, quindi non è stato fantastico, ma non è stato un completo disastro. Siamo tutti così vicini alla velocità in MXGP e ogni punto conta, quindi ci riorganizzeremo e non vediamo l’ora che arrivi Mantova “.

Mitch Evans: Ho avuto di nuovo un’altra buona giornata e oggi stiamo ancora migliorando con il sesto posto assoluto. Ogni volta è andata meglio, quindi ne sono felice. Nella prima manche non ho avuto una partenza così eccezionale e ho spinto molto per tornare al quarto posto, quindi è stata una buona manche ma ho praticamente usato tutte le mie energie in quella. Nella seconda manche ho avuto una buona partenza, quasi afferrando l’holeshot ma non avevo più niente nel serbatoio, quindi è stata solo la modalità sopravvivenza dopo, che tenevo duro. Sono contento di essere stato ancora in grado di continuare a migliorare, di rimanere in salute e di passare al prossimo GP tra un paio di settimane su una pista che mi piace molto.

Glenn Coldenhoff: “La giornata è iniziata bene e ci sono stati alcuni cambi di pista per rendere le cose diverse. Sono stato quinto per molto tempo in qualifica e sono finito sesto, ma questo era ok. Non sono riuscito a partire al meglio in gara uno e poi ho usato molte energie per farmi strada tra i piloti verso i primi. Ho avuto una partenza molto migliore in gara due. Sono arrivato alla prima curva in ottava posizione e poi sono arrivato quinto al traguardo. Ho perso troppo tempo cercando di superare Prado, ma è stato difficile spingere perché la pista era liscia e bisogna stare attenti. Nel complesso, non sono soddisfatto dei risultati, ma nemmeno devastato. Continuerò a lavorare sodo e non vedo l’ora che arrivi Mantova tra due settimane “.

Ivo Monticelli: “È stata una settimana dura in Italia e mi sento esausto a causa del mio problema di stomaco. Oggi mi sentivo meglio ma poi in qualifica mi sono slogato la caviglia. Ho dovuto fissarla per le gare, quindi è stato difficile spingere al limite. La mia prima gara è stata effettivamente ok nonostante questo. Sono arrivato quindicesimo dopo una lunga battaglia con Vlaanderen quindi ero contento del risultato considerando tutto. All’inizio di gara due mi sono ripreso la caviglia in un solco ed è stato così doloroso. Poi ho avuto una piccola caduta e ho perso punti, quindi è dura per me. Ora ho due settimane per riprendermi completamente e farò tutto il possibile per essere al 100% per il Mantova “.

Alessandro Lupino: “Anche in questa occasione entrambe le manche sono andate bene. La prima è stata veramente spettacolare. Sono partito coi primi e ho lottato ad armi pari con loro senza commettere errori. Il quinto posto era alla mia portata ma a fine gara, quando Gajser e Jasikonis si sono fatti sotto, ho preferito non rischiare e mi sono accontentato del settimo posto che ritengo sia di assoluto rispetto nella MXGP di oggi. Nella seconda la mia partenza non è stata perfetta ma mi sono ben difeso e ho portato a casa un altro piazzamento nella top ten. Sono molto contento perché sono arrivato a Faenza parecchio abbattuto dopo le mie prestazioni nelle gare precedenti. I risultati che ho ottenuto in questo GP sono per me un’importante iniezione di fiducia. Il mio morale è alto e non vedo l’ora di correre a Mantova. Ringrazio i miei sponsor e i ragazzi del team che in queste settimane hanno lavorato tanto per mettermi a disposizione un mezzo che mi ha dato modo di misurarmi ad armi pari con i piloti ufficiali.  Un risultato incredibile per una squadra privata come il Team Gebben Van Venrooy.”

________________________________________________________________________________________________________________________

 

 

 
________________________________________________________________________________________________________________________

MXGP RIDERS

Tony Cairoli“I’m really happy to win again, especially because I was struggling a lot with the knee in the morning. 18th in Timed Practice was not good for confidence but I know I can defend a good rhythm in the race and I had the fitness to push. It’s great to win and have the red plate. Of course, we miss Jeffrey. We wish him a speedy recovery. “The triple, one-day format was quite good for us. It meant we could focus closely on our job for one week. Tony suffered a bit with the morning sessions but he’s working on it. When it comes to the races though we know very well what he can do. It was sad for Jeffrey with his crash but we’re thankful it was not more serious. It changed the championship picture but the red plate is still in KTM ‘orange’. We will keep pushing so it stays this way. The whole team is working very well and we should not lower our guard. It is not only the staff at the track but also those at home and in Austria who are putting in great effort for us to have these results. I’m also very pleased that Jorge took some important points this week. We didn’t know if he could ride today but he pulled through and did something pretty special. Faenza did an excellent job with the great track preparation so full credit to the organizers for the week here.”
 

Tim Gajser: I didn’t have a good start in either moto, they were solid and I tried to make quick passes in the beginning but I would have liked to have been nearer to the front. The first lap of the first moto I came together with Toni and I fell so I was back in the pack, eventually coming back to fifth. I was a bit disappointed but that was the result so I had to refocus for race two. I got a better start in this race and made a couple of good early passes to get into the lead. I pulled out a gap of a few seconds and controlled the race from there to get myself another moto win. It was a tough week of racing and not everything has gone my way but the championship is really close and we are all working hard in Team HRC to get the best results possible. Now there is a weekend off so I will go home and prepare myself for the next race in Mantova.

 
Jorge Prado: “I’m feeling quite good with the bike at the moment and speed-wise it’s positive. I’m happy I could get my first moto win today. I used a lot of energy and I gave my maximum to get that win and I had an empty tank for the second moto because I was sick in bed yesterday. I’m happy I can be up here on the podium. I think I did a very good result in the circumstances.”
 

GP of EMILIA ROMAGNA 2020 – FAENZA – Results and points!

MX2 RIDERS

Tom Vialle: ““After finding the first moto a bit difficult I was feeling really good in second moto. My lines were coming easily, so I was pushing and everything was flowing. I’m really happy to win again: twice in a row is fantastic. It was a really good weekend.”Jago Geerts: “I’m pretty happy with my result today. Especially my first moto was really good. I needed a few laps to find the best lines. Once in my usual rhythm I could take the lead and control untel the end. I had another good start in the second race, but dropped from second to fourth place after a small mistake. It  was very difficult to pass on this track, so I needed some time to come back into second place. Meanwhile, Vialle was already far gone. Anyway, second, fourth and again second in three Grand Prix on this tricky track: not a bad result. I’m already looking forward to Mantova, in two weeks time.”

Jago Geerts: “I had a really good start in the first heat, I got the holeshot. Vialle passed me after a couple of corners but I could get him back after five or six laps. I felt really good on the track and I won the first race. I was really happy with that. I got another good start in Race 2 but I was fourth after the first lap because they watered the track a lot, so it was really sketchy. In the beginning it was difficult but I managed to find my rhythm and got back to second place but by then Vialle was already too far ahead. I felt good on the bike and I’m on the podium again, so I am happy with that.” 

Jed Beaton: “It feels great. It’s been a long time coming and it’s great to finally get the monkey off my back and have a great first moto. My starts weren’t the best today but I made it work, especially in the second moto. I’m really happy to finally get onto the podium this season for myself and the team. It’s extra special because it’s my first podium result for Husqvarna. I’ve had a few second-place finishes, but the first moto has let me down so it’s great to turn it around and get on the podium with two good results. My riding was good today. My bike was great so thanks to the team and we’ll build on this ahead of Mantova.”

GP of EMILIA ROMAGNA 2020 – NEWS HIGHLIGHTS

OTHER RIDERS

Romain Febvre: “It could have been a very good GP but on the second lap of the first race I was surprised to see a big hole in a rut; I tried to avoid it but I went outside the track and crashed. I was nearly last when I got back on the track; I came back to tenth but crashed in a corner as I was still pushing to regain positions. I restarted thirteenth to come back again to finish tenth despite two crashes. It was too much to retain any hope of a podium, but nevertheless I gave everything to come back after a mid-pack start in the second moto; I finished third, close to Cairoli. My speed was again good in both races but we struggle a little with the starts as the chase to turn one is uphill with a different grip between the gate and the first corner! We have some testing planned in our programme next week to prepared for Mantova.”

Clément Desalle: “It was much better than the previous rounds; I had less pain in my back, although it’s difficult during the last ten minutes because the pain returns. I’m pretty happy with the day apart from the starts. I had a better feeling than at the previous races, and in the second moto today I was able to make passes and gain two positions in the second half of the race. It was not an easy campaign in Faenza, but I’m pretty satisfied and now we have two weeks to prepare for the next rounds.”

Jeremy Seewer: “In the first moto I had a decent start. I had some bar-banging with Tony [Cairoli], but luckily we did not crash. I followed [Jorge] Prado for the whole moto and I struggled to pass. He made it very difficult and I couldn’t make a pass stick. I pushed, but I lost all of my energy doing so and then I crashed because I hit the limit. I did not make a mistake really – it was just something that can happen in racing. I still managed third. In the second race I got stuck behind Prado again. I could make a pass stick this time, but I already lost some ground. Honestly, I felt a bit empty. I used a lot of energy in the first race battling for the win. It just took it out of me. It’s a bummer to miss the podium, but I have taken good points for the championship. I have no injuries and stuff so that is positive. Now it’s time to recover and keep pushing.”

Gautier Paulin: “In the first moto I went to pass a lapped rider and took a different line, which was like concrete. It was so hard, so I lost the front and hit the ground. I lost a lot of time. I was really disappointed. Last Sunday I had that big crash and I lost a lot of energy from it, so I really felt it in the second moto. I was really pushing but I was lacking a bit of energy. Now my main focus will be to recover and to check that my health is in order, and to recover fully and be fit for Mantova. Overall, I am pretty disappointed with these three rounds in Faenza. The first one was okay, you could really see the real Gautier riding, but I had that big crash and I have not really recovered. I am ready to do some recovery, I am ready to get back to work, to continue training and to be 100% when I get behind the gate in Mantova.”

Arminas Jasikonis: “Today started great with my third pole position and then sixth in the first race. I felt great on my bike and was able to set the fastest time in qualifying, so my speed was there. Race two was going ok until I crashed. It was only a small one but my bike was up on top of a berm so it took a little longer than I’d have liked to get going again. I charged again and picked some riders off so it wasn’t great, but not a complete disaster. We’re all so close in speed in MXGP and every point counts so we’ll regroup and look forward to Mantova.”

Mitch Evans: I had another good day again and we’re still improving with sixth overall today. It’s been better each time so I’m happy with that. The first moto I didn’t get that great of a start and pushed really hard to come back to fourth so it was a good moto but I pretty much used all of my energy in that one. In the second moto I had a really good start, almost grabbing the holeshot but I had nothing left in the tank so it was just survival mode after that, with me holding on as best I could. I’m happy that I was still able to keep improving and stay healthy and be moving onto the next GP in a couple of weeks at a track I really like.

Glenn Coldenhoff: “The day started good and there were a few track changes to make things different. I was fifth for a long time in qualifying and ended up sixth, but this was ok. I didn’t quite get the best start in race one and then used a lot of energy working my way through the riders towards the front. I had a much better start in race two. Came around the first turn in eighth and then came through to fifth at the finish. I wasted too much time trying to pass Prado, but it was difficult to push as the track was slick and you had to be careful. Overall, I’m not happy with the results, but not devastated either. I’ll continue to work hard and I’m looking forward to Mantova in two weeks.”

Ivo Monticelli: “It’s been a tough week in Italy, and I feel exhausted because of my stomach issue. I felt better for today but then in qualifying I twisted my ankle. I had to get it taped up for the races, so it was difficult to push at my limit. My first race was actually ok despite this. I finished 15th after a long battle with Vlaanderen so I was happy with the result considering everything. Early in race two I caught my ankle in a rut, and it was so painful. I then had a small crash and just missed out on scoring points, so this is tough for me. I now have two weeks to recover fully and I’ll be doing everything I can to be 100% for Mantova.”

Alessandro Lupino: I’m really happy, the first moto was unbelievable. I had such good speed to stay with the guys at front. The second moto the start wasn’t as good so I had to push harder from the back but we have to be happy about the result. To get ninth overall with so many factory bikes in MXGP – to beat them, it means a lot. It shows that the team do an amazing job and it’s not easy to beat them. It’s our goal and I have to thank the team for all the hard work. I am really looking forward to racing at Mantova in two weeks now. I feel that now I can push 100% every time.

________________________________________________________________________________________________________________________

 

 

 
________________________________________________________________________________________________________________________