Tim Gajser wins 2019 MXGP World Championship!!!

Scritto domenica 18 Agosto 2019 alle 17:10.

Tim Gajser del Team HRC ha vinto il terzo campionato mondiale di motocross della sua impressionante carriera (due volte MXGP, una volta MX2) dopo aver dominato questa stagione MXGP 2019. Conquistando il titolo con ancora tre round e mezzo da disputare, Gajser è stato quasi imbattibile nelle fasi dell’anno, incluso un record di vittorie di sette round, che è ora il più lungo nella illustre storia della Honda del motocross Grand Prix.

Iniziando la stagione con solidi risultati in Argentina, Gran Bretagna e Paesi Bassi, la campagna di Gajser ha preso vita dopo aver vinto una battaglia avvincente al GP del Trentino. Sulla pista stretta incastonata nella regione alpina, il pilota sloveno è stato quasi impeccabile mentre ha combattuto per quasi tutte e due le moto con il leader della prima stagione, alla fine uscendo vittorioso con risultati uno-uno e assicurando ai fan sloveni d’andare a casa felici. Dopo un duro round a Mantova, la Honda CRF450RW ha poi percorso una corsa che lo ha visto vincere tutte le gare in Portogallo, Francia, Russia, Lettonia, Germania, Indonesia e Asia (anche Indonesia), ottenendo 12 vittorie manche su 14 possibili e girando un deficit di 40 punti in 173 punti di vantaggio. Ha guidato la sua strada verso più holeshots e ha guidato quasi il 70% dei giri durante quel periodo e ha consolidato il suo posto come l’uomo da battere in questo campionato del mondo di motocross 2019.

Rientrato in Europa, ha poi sostenuto la sua pretesa di titolo andando a un secondo posto controllato nel GP della Repubblica Ceca, estendendo il divario dei punti a 177 con cinque round rimasti per correre. Una settimana dopo Loket, ha vinto il suo ottavo GP in nove turni ma conquistando la vittoria nella gara più dura del calendario nella sabbia profonda di Lommel, in Belgio. Ciò significava che aveva solo bisogno di 13 punti dalla prima moto MXGP (o 12 in meno rispetto al suo rivale più vicino), un obiettivo che era in grado di raggiungere con facilità, scatenando celebrazioni selvagge sul famoso circuito di Imola, in Italia.

Dopo i suoi titoli back-to-back nel 2015 (MX2) e 2016 (MXGP), il # 243 si unisce ora a un elenco molto selezionato di piloti che hanno vinto tre campionati del mondo a bordo di una Honda, con Andre Malherbe (1980, 1981, 1984), David Thorpe (1985, 1986, 1989), Georges Jobe (1987, 1991, 1992) ed Eric Geboers (1987, 1988, 1990) gli unici altri uomini ad aver raggiunto questa impresa. Si è trasferito al secondo posto nella lista delle vittorie di tutti i tempi della Honda con 24 (dopo Lommel), seduto a livello con Stefan Everts (24) e Malherbe che ha 27, e con ancora quattro round rimasti (incluso Imola) c’è ancora una possibilità può spostarsi in cima alla lista, se dovesse vincere il resto della stagione.

GP of ITALY 2019 – IMOLA – Results and Points!

________________________________________________________________________________________________________________________

 

 

 
________________________________________________________________________________________________________________________

Team HRC’s Tim Gajser has won the third world motocross championship of his impressive career (two-times MXGP, one time MX2) after dominating this 2019 MXGP season. Clinching the title with three and a half rounds still remaining, Gajser has been almost unbeatable at stages of the year, including going on a record-breaking seven round win-streak, which is now the longest in Honda’s illustrious history of Grand Prix motocross.

Starting the season off with solid results in Argentina, Great Britain and the Netherlands, Gajser’s campaign sparked into life after winning an enthralling battle at the MXGP of Trentino. On the tight track nestled in the Alpine region, the Slovenian rider was almost flawless as he fought for almost the entirety of both motos with the early-season leader, eventually coming out victorious with one-one results and ensuring the massive Slovenian fan contingent went home happy. After a tough round in Mantova, the Honda CRF450RW then went on a run that saw him win overalls in Portugal, France, Russia, Latvia, Germany, Indonesia and Asia (also Indonesia), taking 12 moto wins out of a possible 14 and turning a 40 point deficit into 173 point lead. He powered his way to multiple holeshots and led almost 70% of the laps during that period and fully cemented his place as the man to beat in this 2019 world motocross championship.

Returning to Europe, he then backed up his title claim by riding to a controlled second place at the Czech GP, extending the point’s gap to 177 with five rounds left to race. A week after Loket, he won his eighth GP in nine rounds but taking victory at the toughest race on the calendar in the deep sand of Lommel, Belgium. This meant he only needed 13 points from the first MXGP moto (or 12 less than his nearest rival), a target he was able to achieve with ease, sparking wild celebrations at the famous racing circuit of Imola, Italy.

After his back-to-back titles in 2015 (MX2) and 2016 (MXGP), the #243 now joins a very select list of riders who have won three world championships on-board a Honda, with Andre Malherbe (1980, 1981, 1984), David Thorpe (1985, 1986, 1989), Georges Jobe (1987, 1991, 1992) and Eric Geboers (1987, 1988, 1990) the only other men to have achieved this feat. He moved to joint-second in the all-time Honda wins list with 24 (after Lommel), sitting level with Stefan Everts (24) and Malherbe who has 27, and with four rounds still remaining (including Imola) there is still a possibility he can move to the top of the list, were he to win-out the rest of the season.

GP of ITALY 2019 – IMOLA – Results and Points!

________________________________________________________________________________________________________________________

 

 

 
________________________________________________________________________________________________________________________