GP BELGIUM – LOMMEL 2018 – RIDERS COMMENT!

Scritto lunedì 6 agosto 2018 alle 11:56.

ENGLISH VERSION BELOW

GP of Belgium – Lommel – Rider Comments

GP of Belgium nel tracciato storico ed infernale per i GP di Lommel un weekend di gare dove le lotte si sono concluse, diciamo lotte perchè nelle retrovie ce ne sono state parecchie, ma davanti Jeffrey Herlings si èanche permesso di cadere all’ultimo giro di gara due con ben oltre 35 secondi di vantaggio sul secondo che era Tony Cairoli, doppiaggi fino al decimo sempre in gara due, quindi si può ben dire che Herlings nella sabbia è un marziano, non che quet’anno sia andato piano nelle altre gare, ma questo è il suo terreno! Tornando al resto, buoni gli altri se paragonati a The Bullet, soto trovate link e commenti per Highlights, risultati e tutto dal GP! MX2 si vede brillare un giovane talento, un ragazzino che già agli esordi andava a disturbare Herlings, stiamo parlando di Jorge Prado che fa doppietta e allunga di molto il vantaggio in campionato su Pauls Jonas che nemmeno a sto GP finisce a podio, secondo un convincente Thomas Covington e terzo Thomas Kjer Olsen!!!

Di seguito i link per risultati GP, Highlights e commenti piloti, CLICCATE e scoprite!

Buona lettura!

GP of BELGIUM 2018 – NEWS HIGHLIGHTS

RIDERS MXGP PODIO

Jeffrey Herlings: “Sono davvero contento del weekend. Tre buone partenze e il più veloce in ciascuna sessione. Questa è una delle mie piste preferite sul calendario, quindi sono felice di estendere un po ‘il divario punti. Sono rimasti cinque round, siamo al 75% e la fine è in vista, non vediamo l’ora che arrivi la Svizzera. Sarà un nuovo fine settimana e non è possibile avere una pista più diversa rispetto a qui. Voglio dare un ringraziamento speciale al team Red Bull KTM; i ragazzi hanno fatto un ottimo lavoro. Anche WP perché le sospensioni erano fantastiche e l’atmosfera della squadra è eccezionale, quindi un grande WOW per loro e tutto il supporto che ho avuto “.

Antonio Cairoli: “Nel complesso sono contento perché so che sulla sabbia, su questo tipo di terreno Jeffrey è molto veloce. Sarebbe stato bello essere più vicino ma mi è mancata un po’ di resistenza perché per il problema al pollice sono riuscito ad allenarmi ma non continuativamente, per non infiammarlo ulteriormente. Su questa pista so come essere veloce ma per mantenere il passo per tutta la manche è dura, devi essere al meglio. Sono soddisfatto del podio, e importante è rimanere a ruota di Jeffrey e quando possibile provare a vincere. Il campionato non è finito e può ancora succedere di tutto. La prossima gara è in Svizzera tra due settimane, è una pista che mi piace e spero di ottenere un risultato migliore. ”

Max Anstie: “Questo è stato un GP tostissimo, e sono contento di essere salito sul podio. Nel complesso stiamo facendo passi avanti, e in questo weekend lo abbiamo fatto vedere. Il quarto posto in qualifica mi ha permesso di avere un buon cancelletto, e sono partito benissimo in entrambe le manche. Nella prima ho fatto alcuni sorpassi per poi posizionarmi al quarto posto. Poi in Gara2 sono di nuovo partito bene, ma sono rimasto un po’ senza energie per cui ho dovuto spremermi fino al traguardo. Ho fatto una bella battaglia con Glenn [Coldenhoff] per il terzo posto: l’ho passato, ma subito dopo sono caduto e ho dovuto ricominciare da capo. Ho continuato a spingere al Massimo e sono riuscito a conquistare il mio secondo podio stagionale.”

RIDERS MX2 PODIO

Jorge Prado: “E’ stato un grande fine settimana e oggi mi sentivo molto bene, già dal warm-up, con la moto molto ben settata per questa pista impegnativa. Il risultato è il frutto di quello che facciamo in allenamento: ci si prepara molto duramente, quindi quando arriviamo a una pista come questa, si può fare la differenza, mostrare se sei veramente in condizione sia fisica che mentale, con la concentrazione giusta. Se perdi la concentrazione, qui è facile sbagliare. Penso di aver fatto bene oggi e di aver meritato la doppia vittoria”.

Thomas Covington: “Sono davvero felice di questo secondo posto in un GP così duro. Ancora pochi anni fa non pensavo che sarei riuscito ad essere così competitivo a Lommel. Ma se negli scorsi weekend ho pensato più volte che avrei potuto vincere il GP, oggi Jorge [Prado] è stato semplicemente troppo forte. Ho provato a insidiarlo nelle prime fasi delle due manche, ma dopo un po’ ho deciso di non rischiare e puntare al podio di giornata. Non ringrazierò mai abbastanza i membri del team Rockstar Energy Husqvarna per tutto il loro lavoro. Siamo riusciti a ottenere risultati fantastici negli ultimi GP, e da qui in avanti faremo sempre meglio.”

Thomas Kjer-Olsen: “È bello essere di nuovo sul podio. La pista era micidiale in entrambe le manche, e il caldo ha reso il tutto ancora più difficile. Con la manche di sabato mi sono guadagnato un cancelletto discreto e sono partito bene in entrambe le manche. Ho fatto il meglio che potevo e sono soddisfatto del terzo posto finale. Avere Thomas [Covington] al secondo dimostra quanto duramente il team Rockstar Energy Husqvarna abbia lavorato. Sono contento che siamo entrambi saliti sul podio. È stato fantastico concludere il weekend in questo modo, e spero che accada di nuovo in futuro.”

ALTRI COMMENTI PILOTI

Jago Geerts: “È davvero speciale correre il mio GP di casa e davanti ai tifosi, ho avuto un buon fine settimana ma le mie partenze non erano così buone, ma sono comunque riuscito a tornare in entrambe le gare. Vedere il quinto e quarto e poi ho avuto un incidente abbastanza grande, ma ho comunque terminato settimo, e poi nella seconda gara, tornare al secondo posto, quindi è stato divertente “.

Clement Desalle: “È stato un fine settimana difficile per me. Può essere perfetto se hai un buon feeling con questo tracciato ma può anche essere drammatico se non trovi questa sensazione è difficile. Ho finito due volte tra i primi dieci, ma non posso essere contento di ciò; alcuni ragazzi possono correre dei rischi per ottenere un risultato migliore in questo periodo della stagione in quanto hanno bisogno di risultati, ma non posso farlo su una pista come questa. Almeno non ho perso così tanti punti contro i ragazzi che sono dietro di me in classifica, e questa gara è dietro di noi ormai; Rimango positivo e posso concentrarmi sui prossimi “.

Gautier Paulin: “Un GP davvero difficile per noi. Non sono riuscito a partire come volevo in Gara1 e poi sono caduto due volte nel primo giro. Le condizioni della pista erano insidiosissime, ma ho fatto del mio meglio per raccogliere più punti possibili per il campionato. Certo l’undicesima piazza finale non è il risultato a cui puntavamo, ma è andata così e dobbiamo guardare avanti. Continueremo a lavorare sperando di chiudere questa stagione al meglio.”

Romain Febvre: “Ho avuto un buon fine settimana, per tutto il weekend mi sentivo davvero bene, e il terzo posto nella prima manche, sono stato davvero contento, specialmente nella sabbia profonda. mi sono schiantato mentre combattevo per il terzo posto e anche dopo sono tornato molto forte. Alla fine della gara ero abbastanza esausto, quindi ho finito quinto e quarto assoluto con gli stessi punti del terzo. Sono deluso dal fatto che io non sia sul podio, ma sono ancora buoni punti per il campionato, quindi adesso mi riposerò un po ‘e poi tornerò al lavoro, quindi sarò migliore in Svizzera “.

Pauls Jonass: “In realtà mi sentivo abbastanza bene per tutto il weekend e la mia velocità e idoneità erano lì. Mi sentivo bene dietro a Jorge nella prima gara dove stavo aspettando fino alla fine per attaccare, ma un piccolo errore con un doppiato nelle wave mi ha permesso di andare un po ‘di lato cercando di non toccare. Sono atterrato dentro e fuori dal solco, sono caduto e ho perso molto tempo. Sono ancora tornato al quarto posto. Van Doninck è saltato fuori dal cancello all’inizio della seconda manche e sono rimasto deconcentrato. Ho perso completamente la concentrazione e dopo il primo salto ho perso le vesciche sulla mano sinistra. E ‘stato duro e doloroso. Per i primi dieci-quindici minuti stavo cercando di trovare la posizione per tenere il manubrio ma negli ultimi quindici minuti ero di nuovo buono. Il sesto non è quello che volevamo e siamo a 28 punti da Jorge, ma ci sono cinque gare da disputare e 250 punti sul tavolo. Sto guardando avanti. ”

Tim Gajser: è stato un fine settimana difficile e sono contento che sia finito! La cosa positiva è stata sicuramente la partenza, visto che ero in alto in tutte le manche. I primi 15-20 minuti di entrambe le manche sono stati OK, ma ho fatto troppi errori. Dopo essere caduto in gara uno è stato difficile riprendere la velocità, e in generale mi sembrava di combattere contro la pista. Tuttavia, abbiamo segnato alcuni punti importanti e siamo arrivati più vicini al terzo posto in classifica, quindi non vediamo l’ora di tornare in pista in Svizzera. Grazie alla squadra per il loro straordinario lavoro, come al solito.

Jeremy Van Horebeek: “Non è stato il miglior weekend per me, c’è qualcosa che non va bene personalmente, ma ero preparato per un weekend difficile, è quello che è, ho lavorato duro e continuerò a lavorare sodo. Pagherà presto: due volte la top ten non è male ma non è dove voglio essere “.

Shaun Simpson: “Le cose sembravano così buone questo weekend ma ho provato una linea diversa nella prima gara e sono atterrato in un punto morbido e ho capottato. Mentalmente, mi sentivo pronto per questa gara, ma fisicamente ho speso troppa energia nella prima gara che dalla metà della seconda manche ero completamente vuoto, sono abbastanza frustrato per il risultato di questo weekend, due volte fuori dai primi dieci quando sento di dover essere tra i primi sette. Il fine settimana è andato e se dovessi rifare tutto da capo domani, lo farei. ”

GP of BELGIUM 2018 – LOMMEL – Risultati e punti!

.

SEGUITECI QUI!!!

https://www.facebook.com/mxbars

https://twitter.com/MxBars

http://instagram.com/mxbars/

MX2 

Jorge Prado: “A great weekend and I was feeling very good today, even from warm-up with the bike and the track. They left it pretty rough for today and it was a bit weird in some places in the second moto but I was enjoying it. We train really hard so when we get to a track like this then you can see who is really fit and who can keep the focus: if you lose focus then it is so easy to make a mistake. I think I did well in this way and to go 1-1.”

Thomas Covington: “I’m really happy with second overall at this tough GP. A few years ago, I couldn’t even think this would be possible over here in Lommel. There’s been a few weekends where I felt I should have won the GP, but this weekend Jorge [Prado] was just better. I could push him during the first part of the motos, but after that I decided to keep it steady and ride safely for the overall podium. I just can’t thank the whole Rockstar Energy Husqvarna team members for all their hard work. We’ve been able to get some great results during the last few GPs and it’s onwards and upwards from here.”

Thomas Kjer-Olsen: “It feels good to be back on the podium. The track was brutal during both motos and the heat made things even harder. I got a decent gate pick from Saturday’s qualifying and my starts were good in both motos. I did the best I could in both races and I’m happy with third overall for this GP. With Thomas [Covington] getting second overall, it just shows how hard all the members of the Rockstar Energy Husqvarna team work. It felt good to be on the podium with my teammate. It was great to end the weekend like that and I’m looking forward to more times like that in the future.”

OTHER RIDERS

Romain Febvre: “I had a really good weekend, all weekend long I was feeling really good, and third place in the first moto, I was really happy with that, especially in the deep sand. In second I was also riding well but I crashed while battling for the third place and even after that I came back really strong. At the end of the race I was quite exhausted, so I finished fifth and fourth overall with the same points as third. I am disappointed that I am not on the podium, but it is still good points for the championship, so now I will rest a little bit and then get back to work so I am better in Switzerland.”

Jeremy Van Horebeek: “It wasn’t the best weekend for me. There is something not right personally, but I was prepared for a tough weekend. It is what it is, I have been working hard and I will continue to work hard. It will pay off soon. Two times top ten is not bad but it’s not where I want to be.”

Tim Gajser: It was a difficult weekend and I’m glad it’s done! The good thing about it was definitely the starts, as I was up there in all the motos. The first 15-20 minutes of both motos were OK, but I made too many mistakes. After I crashed in race one it was hard to get up to speed again, and in general I felt like I was fighting against the track. Nevertheless, we scored some important points and got closer to third place in the standings, so we now look forward to be back at a hard-pack track in Switzerland. Thank you to the team for their amazing job, as usual.

Shaun Simpson: “Things were looking so good this weekend but I tried a different line in the first race and landed in soft spot and went over the ‘bars. Mentally, I felt ready for this race, but physically, I spent too much energy in the first race that from half way in the second moto I was completely empty. I am quite frustrated with the result of this weekend, twice outside the top-ten when I feel I should have been inside the top-seven. I thoroughly enjoyed the weekend, and if I had to do it all again tomorrow, I would.”

Coldenhoff: “I was not near the top five in the practice sessions and it was a bit frustrating. We made some changes to the bike – actually for the first time since the beginning of the year – with the engine after we’d tested last week. I had to get used to it and that contributed to the bad start in the first moto. I couldn’t make my own speed or rhythm and was just too slow. Finally I got to sixth, which was solid but not for this race where I expected to be nearer the front…like you saw in the second moto. I was a bit slower than Max but he went down. I finally got my first holeshot of the year! It has been too long. I can be happy with the second moto but we were aiming for that podium.” 

Jonass“I actually felt pretty good all weekend and my speed and fitness was there. I felt good behind Jorge in the first race where I was waiting until the end to attack but a small mistake with the lapper in the waves meant I went a bit sideways trying not to touch. I landed in and out of the rut, crashed and lost a lot of time. I still got back to fourth. Van Doninck jumped out of the gate at the start of the second moto and I was a bit shocked. I completely lost my concentration and then after the first jump I lost the blisters on my left hand. It was tough and painful. For the first ten-fifteen minutes I was trying to find the position to hold the handlebars but in the last fifteen minutes I was again good. Sixth is not what we wanted and we’re 28 points behind Jorge now but there are five races to go and 250 points on the table. I’m looking ahead.”

Jago Geerts: “It’s really special to race at my home GP and in front the fans. I had a pretty good weekend but my starts were not that good, but still I managed to come back in both races. In the first race I could see fifth and fourth and then I had a pretty big crash but still finished seventh, and then in the second race, I could fight back to second, so it was fun.”

Clement Desalle: “It was a difficult weekend for me. It can be perfect if you have a good feeling with this track but it can also be dramatic if you don’t find this feeling. I finished twice in the top ten but I can’t be happy with that; some guys can take risks to get a top result at this period of the season as they need results, but I can’t bring myself to do that on a track like this one. At least I didn’t lose so many points against the guys who are behind me in the standings, and this race is behind us; I remain positive and can focus on the next ones.” 

GP of BELGIUM 2018 – NEWS HIGHLIGHTS

GP of BELGIUM 2018 – LOMMEL – Risultati e punti!

.

SEGUITECI QUI!!!

https://www.facebook.com/mxbars

https://twitter.com/MxBars

http://instagram.com/mxbars/