Goncalves signs off seventeen year MXGP career?

Scritto venerdì 20 aprile 2018 alle 23:53.

ENGLISH VERSION BELOW

Credit ‘Adam Wheeler/OTOR’

Goncalves firma la diciassettenne carriera MXGP?

Il runner-up del Campionato del Mondo MX2 FIM Rui Gonçalves ha fatto quella che potrebbe essere la sua ultima apparizione nei Grand Prix ad Agueda il quinto round della scorsa settimana come wildcard montando sulla Yamaha dopo una lunga carriera, a volte brillante e spesso interrotta. L’ex veterano della KTM e della HRC è uscito dalla semi-pensione e ha lasciato la radio della comunicazione e la giacca Youthstream che indossa come collegamento tecnico per una gara della serie con guanti e occhiali nella sede in cui ha celebrato emozionalmente la vittoria in quella stagione del ’09. Intelligente e multi-lingue, #999 non aveva dubbi sul compito che doveva affrontare ad Agueda.

“La mia ultima gara è stato il Nazioni l’anno scorso e stavo guidando un po ‘durante la settimana”, ha detto Rui. “Avevo voglia di correre qui in Portogallo davanti al mio pubblico e al pubblico che mi ha sostenuto per tutti questi anni; quello era l’obiettivo di questo fine settimana. “

“Quando vai in pista sembra un po ‘diverso!” Aggiunse con un sorriso. “I ragazzi sono veloci e il ritmo e la velocità sono alti, e quando non si corre da sei mesi è ancora più difficile”.

Mentre Gonçalves non si è ritirato ufficialmente da questo sport (e potrebbe ancora ricoprire il ruolo di pilota sostitutivo visto che ha mantenuto il suo programma di allenamento) ha ammesso che il suo GP lo scorso fine settimana (dove non ha ottenuto punti) sarebbe stato un’ultima onda per i fan portoghesi. Nessun altro atleta del suo paese si è avvicinato al livello o ai risultati raggiunti dal 32 enne.

“Non sono sicuro di avere una risposta alla domanda di pensione, ma questo è probabilmente il mio ultimo GP di casa”, ha dichiarato. “È sempre difficile mettere fine a qualcosa, ma sono ormai diciassette anni che corrono i GP; Il 2002 è stata la mia prima stagione completa. “

Gonçalves ha avuto un’influenza sulle piste dei GP nel 2018 e sono state notate alterazioni tra sabato e domenica; spesso fatte in meglio. Per tutta l’esperienza e l’efficienza del team di progettazione e manutenzione dei tracciati (e il lavoro è migliorato notevolmente negli ultimi due anni) è stata una mossa saggia da parte di Youthstream a mettere in campo RG. È in qualche modo rassicurante vedere un pilota con la conoscenza di Gonçalves dirigere alcune chiamate importanti sulla superficie da gara … anche se riconosce la difficoltà del lavoro che attira commenti e sentimenti sui canali in pista o le protezioni.

“Sono il consulente tecnico ora per Youthstream e penso che ci vuole tempo per cambiare le cose e migliorarle perché hai molte opinioni delle persone, come molte cose diverse per la preparazione da pista a pista, ma come ho sempre detto io, ho sempre fatto del mio meglio e continuerò a farlo anche per le corse e la sicurezza. ”

Credit ‘Adam Wheeler/OTOR’

Goncalves signs off seventeen year MXGP career?

2009 MX2 FIM World Championship runner-up Rui Gonçalves made what could be his last Grand Prix appearance in Agueda at round five last week as a Yamaha-mounted wildcard after a long, occasionally bright and often interrupted career. The former factory KTM and HRC veteran came out of semi-retirement and left the comms radio and Youthstream jacket he wears as a technical liaison for a set of gloves and goggles at the venue where he emotionally celebrated victory in that feted ’09 campaign. Intelligent and multi-lingual, #999 was in no doubt as to the task he faced at Agueda.

“My last race was the Nations last year and I just was riding a bit during the week,” he said on Saturday. “I felt like racing here in Portugal though and in front of my public and crowd that have supported me for all these years; that was the goal of this weekend.”

“When you go on the track it feels a bit different!” he added with a grin. “The guys are fast and the rhythm and speed is high, and when you haven’t raced for six months it is even tougher.”

While Gonçalves has not official retired from the sport (and could still fill a role as a replacement rider having maintained his training schedule) he did admit that his bow last weekend (where he did not score any points) was likely to be a final wave to Portuguese fans. No other athlete from his country has come close to the 32 year old’s level or achievements. “I’m not sure if I have an answer to the retirement question but this is most likely my last [home] GP,” he offered. “It is always difficult to put an end to something but it has been seventeen years now racing GPs; 2002 was my first full season.”

Gonçalves has had an influence on grand prix tracks in 2018 and there have been noted alterations between Saturday and Sunday; frequently for the better. For all the experience and efficiency of the track design and maintenance team (and the work has improved substantially in the past two years) it was a wise move by Youthstream to put RG in place. It is somehow reassuring to see a rider with Gonçalves’ knowledge directing some important calls on the racing surface…even if he does acknowledge the difficulty of job that draw comments and sentiments like roost to a chest protector.  “I’m the Technical Advisor now for Youthstream and I think it takes time to change things and get them better because you have a lot of opinions and people like many different things of a track and track preparation but like I’ve always said I’ve always tried my best and will continue to do that for the racing and the safety as well.”