TONY VS JEFFRO – BIG BATTLE!

Scritto giovedì 19 aprile 2018 alle 11:42.

Signore e Signori, ecco un resoconto delle dichiarazioni dei due duellanti nella stagione Mondiale Motocross 2018, il 9 volte Campione del Mondo con 84 vittorie in carriera Tony Cairoli e il 3 volte Campione del Mondo con 71 vittorie in carriera Jeffrey Herlings!

le loro ultime dichiarazioni sugli ultimi due GP, Trentino e Portogallo, dove il vincitore assoluto è stato Herlings con qualche sfortuna da parte di Cairoli e qualche perfezionamento da parte di Herlings che sembra aver trovato la soluzione al suo punto debole, le partenze….

Buona lettura!

CAIROLI——————> 84 GP

Un altro GP caratterizzato dalla “sfortuna”, ovviamente parliamo del Portogallo, dove Tony ha ricevuto una pietrata in faccia con relativo livido evidente, una prima manche corsa in recupero con visibilità precaria e una seconda con dolore stringendo i denti, sicuramente fastidiosa, ma probabilmente non avrebbe cambiato il risultato, visto che Herlings ha tirato fuori delle performance assolute rispetto tutti e il nostro Tony si dice ancora un pò in ritardo sulla forma fisica ottimale!

Sotto le sue considerazioni riguardo i due GP passati e un esame di come sta volgendo la stagione!

Antonio Cairoli: Sta andando tutto bene, ho fatto solo alcuni errori come nella prima manche del Trentino e non ne sono contento perché è un GP di casa e si vuole sempre fare bene, so che al momento non sono al 100%, come è giusto che sia, perchè è una stagione molto lunga e so cosa devo fare per arrivarci piano piano e diventare più forte, Jeffrey è giovane ed è ad un ottimo livello, la sua forma fisica gli consente di spingere per tutte le manche. Ma non mi lamento di questo perchè sono andato a podio due volte e abbiamo fatto punti importanti. Ad Agueda se non avessi ricevuto la sassata che mi ha rotto gli occhiali e relative lenti, probabilmente avrei potuto lottare con lui, ho perso posizioni, ho anche spento la moto in un canale e mentre recuperavo non vedevo bene, pulivo la maschera con la mano…sono piccole cose che a questo livello condizionano la gara, anche se in gara 2 Jeffrey è stato più veloce e io avevo l’occhio gonfio e premeva sulla maschera provocandomi dolori forti, è facile perdere concentrazione………poi con la pista così faccio un pochino di fatica e quando spingo sento che a livello cardiaco mi sale il battito e non mi sento al massimo, ma tutto sommato devo essere contento perchè ho fatto secondo e in vista campionato va bene.

Argomenti vari e si prosegue con domande sul tracciato, sulle varie componentistiche della moto, ma sono risposte generiche come le domande e non portano interesse per noi, come sapete i piloti non si sbilanciano molto su certi argomenti…..e noi cerchiamo di cogliere solo quello interessante, così ci focalizziamo sulle domande dei vari cambi di strategia o mosse scorrette di cui i giornalisti ci vanno a nozze e cercano la polemica, ma noi sfatiamo i discorsi e sappiamo che sono piloti e VOGLIO vincere, sono li per quello, quindi alle domande Mr. 9 time risponde!

TC: In gara 2 ho deciso di cambiare cancello semplicemente per come era fatta la prima curva, in gara due mi sono sentito spondare verso l’esterno e non volevo rimanere bloccato dietro visto il problema all’occhio e la pista rovinata, è stata solo una mossa prudente per rimanere tra i primi…..non ci sono strategie, stiamo “giocando” e nessuno fa mosse scorrette, se hai spazio per stare davanti ai tuoi avversari e vedi la porta aperta è da stupidi non entrarci e sopratutto la chiudi al resto dei piloti, lo farebbe chiunque e lo faccio con chiunque, tutto quello che ho fatto è stata solo una mossa per iniziare al meglio, so che Jeffrey è un ottimo pilota e ha un ottima forma fisica ed è molt veloce, so su cosa lavorare per vincere.

Ultimamente abbiamo avuto brutte giornate e allenarsi non era semplice, ma stiamo andando nella bella stagione e stare in moto è molto importante, mi sento leggermente attardato rispetto il resto dei piloti, ma sono motivato e vedere Jeffrey che spinge tanto mi da lo stimolo, ma è dura, la gente crede sia semplice essere li in cima, ma in tutti questi anni ho sempre trovato la motivazione, lascio perdere i vari commenti delle persone che non sanno o non capiscono di quanto sia dura, della coerenza che ci voglia e concentrazione, il motocross richiede molto sopratutto per la mia età, quando sei giovane è più semplice perchè sei “nuovo” e vuoi fare sempre di più.

Rimango concentrato sul mio obbiettivo, spero di tornare con alcune vittorie, devo lavorare sul passo di gara, perchè la forma fisica c’è, la velocità c’è, quindi è qui che devo essere, spingiamo forte dal primo all’ultimo giro e devo lavorare su questo ed è come una sfida e a me piacciono le sfide!

HERLINGS—————–> 71 GP

Jeffrey Herlings, anche a sto giro GP a dir poco PERFETTO, zero errori o forse uno ma non rilevante, pole il Sabato, vittoria della qualy, e doppia vittoria di manche lo porta ad un punteggio perfetto, così in Trentino, alcuni dicono che Jeffrey abbia adottato delle luci segna giri del motore che lo aiutano in partenza, potrebbe essere vero, secondo noi è semplicemente capire le nuove moto della stagione, perchè si sa, solo le gare sono il vero banco prova, ma a parte questo, The Bullet ha segnato dei tempi da urlo e crediamo che il Jolly lo tira fuori solo se serve, ok che i tempi che si fanno nel weekend variano dalle condizioni, ma ad ogni GP ha un tempo superiore a tutti di minimo 1, 2 secondi sul resto del gruppo e a quei livelli è tanto, quindi se serve Herlings tira fuori il giro perfetto e chissà per quanto può tenere quel ritmo, è giovane e motivato, dai social vediamo che il lunedì post GP è già al lavoro, palestra, cardio, moto, un ritmo che probabilmente non si può tenere, a meno che tu non ti chiami Jeffrey Herlings, sicuramente sta adottando una strategia su Cairoli, visto che è l’uomo di riferimento e tutti sanno che Tony ha sempre spinto da subito per prendere margine in campionato e poi amministrare, come fece la scorsa stagione dove Herlings poteva dare il massimo e Tony amministrava, ma questo è un nuovo campionato e siamo solo alla 5° gara, sotto sono riportati anche i commenti di Jeffrey sulla situazione!

Jeffrey Herlings: Ho fatto due GP perfetti, abbiamo fatto un ottimo lavoro, anche le nostre partenze sono state più precise, ero sempre nel gruppo di testa e mi mancava poco per l’holeshot, ma mi basta essere davanti e posso lottare, mi sento bene in moto, con i tempi posso spingere, come in gara con la pista rovinata mi sento sicuro, tutto perfetto come in Trentino, spero di continuare così…..Se devo essere sincero ho fatto degli errori e con il Team stiamo guandando ogni piccola cosa, mi filmano e poi riguardiamo come guido e cosa faccio, come le linee che scelgo, in gara 1 ho sbagliato alcune linee, infatti in gara 2 ho fatto il miglior tempo della giornata proprio perchè abbiamo valutato queste cose, ovviamente in gara 1 potevo amministrare perchè Tony era dietro e avevo margine, io ero davanti e non avevo pressione.

Seguono domande sulla prestazione in gara e vari piloti che aveva dietro e chi lo impensierisce, ma JH risponde che tutti i piloti lo impensieriscono, in gara può succedere di tutto, come conferma lui e basta un nulla per perdere punti preziosi, a questo susseguono domande sul nuovo dispositivo a led luminosi dove si visualizzano i giri del motore per avere una partenza perfetta, noi siamo ancora titubanti su tale dispositivo, ma tutto può essere, sentite che dice Herlings!

JH: Come ho già detto, al momento è tutto perfetto, vogliamo continuare a lavorare sulle mie partenze perchè sono un mio punto debole anche se poi in gara riesco a recuperare bene, penso che riguardo la forma fisica e la velocità sono ad un buon livello, possiamo anche migliorare perchè la fase della stagione è agli inizi, anche in moto mi sento benissimo, il team ha fatto un ottimo lavoro durante l’inverno con test e quant’altro e continuano ad arrivare con cose buone e miglioramenti, sono molto contento. Infatti mi hanno aiutato con le partenze perchè non ero in grado di tenere la moto ai regimi giusti per iniziare bene, quando siamo in allenamento riesco a farlo bene, ma in gara quando hai tante moto accanto mi viene un pò male, forse il rumore, la tensione, probabilmente tenevo il motore troppo alto o troppo basso con gli RPM, quindi ora posso vedere che sono nella giusta zona RPM e così sembra siano migliorate le partenze, in pratica devo solo guardare a che giri di motore sono, sembra facile ma non è così facile visto che per la tensione potresti poi dare più gas o meno gas e pensare al cancello che scende, alla frizione da lasciare, uscire dal cancello e mettere marcia, devo provare, provare e riprovare, sicuramente man mano migliorerò!

Altra domanda “stronza” fatta a Jeffrey, visto che sembra quasi che molti taglino i suoi interventi nelle interviste alla conferenza stampa e vogliano farlo passare come il polemico di turno, la domanda era sulla questione seconda manche e la strategia di Cairoli nel campio di posizionamento e dal fatto che abbia fatto la manovra di ostruzionismo in partenza, Jeffrey risponde bene e sinceramente!

JH: Tony ha cambiato cancello e può farlo, anche perchè quella zona era migliore per le partenze, a fine rettilineo ti faceva stare più interno e non avevi altri piloti che ti portano fuori, si è messo davantia me appena uscito dal cancello, io ho sbagliato e quasi rimango fermo, ho appoggiato la gamba e lui ha colto l’attimo, ha fatto bene e in partenza devi fare così, se spunti davanti puoi scegliere la traiettoria che vuoi, avrei fatto lo stesso.

Con questo è tutto…….si capisce che i due piloti sono professionisti e stanno lottando in maniera corretta, noi consigliamo di lasciare da parte il tifo da stadio che rovina lo SPORT….detto questo, siamo in attesa del 1° Maggio per il GP in Russia, dove Herlings lo scorso anno fece il cambio di passo e a parte le condizioni meteo, la sensazione era quella che si stava ambientando alla MXGP, vedremo……sicuramente non è da perderlo!

.

SEGUITECI QUI!!!

https://www.facebook.com/mxbars

https://twitter.com/MxBars

http://instagram.com/mxbars/