TONY CAIROLI – “BASTA Motocross, passo in MotoGP!”

Scritto mercoledì 18 ottobre 2017 alle 09:30.

Eccolo, il nostro 9 volte Campione del Mondo di Motocross è passato alla MotoGP! Come sapete KTM è impiegata anche nella MotoGP con alcuni piloti, Pol Espargaro, Bradley Smith e Mika Kallio, quest’ultimo lo ha accompagnato sul circuito di Valencia per effettuare il test e vederlo schierato nella prossima stagione in MotoGP!!!

Sensazionale, Tony dopo solo alcune tornate girava con gli stessi tempi di Valentino Rossi o Marc Marquez, a tal proposito il 9 volte Campione di MX dichiara:

“Mi sono abituato subitissimo all’asfalto grazie ai GP del Qatar e Assen, dove usiamo gli stessi paddok e quindi l’asfalto è ormai di casa per me, l’unica differenza è che finite le prove non devi andare sotto l’idropulitrice per togliere il fango, per l’appunto sto anche pensando di modificare il tatuaggio che mi ha accompagnato in questi anni, “fango velocità e gloria” in “asfalto 300Km/h e gli sbirri muti!”. Dopo questi dettagli sono pronto a chiudere la mia carriera in MotoGP e vincere il 10° titolo per poi passare direttamente alla F1 e andare in pensione!”

OVVIAMENTE abbiamo scherzato, NIENTE di tutto questo scritto sopra è vero, ma è vero che Tony ieri era a Valencia per effettuare una giornata in pista regalatagli dalla KTM sulla MotoGP, l’esperienza è stata fantastica per Cairoli ed è pronto a ripeterla, sarebbe bello vedere i tempi, siamo sicuri che non sono molto distanti dai PRO e con un relativo impegno serio potremmo essere sicuri di vederlo battagliare anche in MotoGP, sotto le VERE parole dichiarate da Tony!

Antonio Cairoli: “Sono grato a KTM per la fantastica opportunità che mi ha dato oggi e vorrei soprattutto ringraziare i ragazzi del team di test che hanno fatto un ottimo lavoro per me. La prova di una moto MotoGP è sempre molto emozionante e la corsa adrenalinica era enorme! Sono rimasto sorpreso da quanto la moto dei Grand Prix si è evoluta in dieci anni e quanto sia migliorata in che modo si possono fare le curve. I freni e l’accelerazione sono impressionanti ed è difficile trovare il limite su una moto perfetta. Nell’ultima corsa ho iniziato ad avere qualche divertimento serio dopo aver trascorso qualche girata adattandomi, specialmente al cambio che è invertito rispetto alla mia moto. Avere Mika Kallio di fronte a me era molto importante perché potevo seguire le sue linee, permettendomi di migliorare il giro dopo il giro, trovando le migliori traiettorie. Girare a più di 300 km / h è veramente eccitante, ma è molto diverso dal motocross, in MotoGP le linee sono ben consolidate e non cambiano davvero durante una gara …. Completamente opposto a come le linee si sviluppano in motocross per tutto il corso di una gara, comunque spero di tornare presto ed avere un’altra opportunità per guidare questa fantastica moto “.

.

SEGUITECI QUI!!!

https://www.facebook.com/mxbars

https://twitter.com/MxBars

http://instagram.com/mxbars/

.